About Me

Le mie foto
Debora M

Sono Debora, ma anche Dedè o Nasreen. Ho troppi anni e sono un incrocio maledettamente mal riuscito di sangue toscano e laziale, il che mi rende, se possibile, ancora più assurda di quanto sia possibile supporre.
Studio [dovrei] Giurisprudenza a Roma, ma in realtà sono una lettrice ossessiva compulsiva e imbrattatrice di carte.

Caporedattrice di SognandoLeggendo.net
Recensore presso Scrittevolmente e Urban Fantasy 

Ha collaborato con Quarto Potere, rivista di cinema e cultura online
Ha collaborato con Oggicronaca.it

Visualizza il mio profilo completo

domenica 9 dicembre 2012

La ragazza che saltava nel tempo


Ho appena finito di vedere questo magnifico anime giapponese che dura quasi due ore (110 minuti, se non ricordo male) e devo dire che è a dir poco magnifico. Dal titolo è facile capire qual è il fulcro centrale di tutta la vicenda: il viaggio nel tempo.
Quello che mi ha colpita moltissimo è stato che, dopo un avvio comico, o almeno divertente, le tematiche si sono trasformate in qualcosa di più maturo, e adulto. Perfino tragico se ci pensiamo un attimo.
Ah, e per una volta sono rimasta letteralmente incantata dal doppiaggio italiano. Bravi, bravi e bravi! <3

Time waits for no one
Makoto Kanno è una ragazza all’ultimo anno delle superiori, non intelligente ma neppure stupida, poco portata nei lavori manuali ma neppure del tutto imbranata, che se la cava grazie ad una buona dose di fortuna quotidiana. In una delle giornate più sfortunate della sua vita - un evento per un tipo fortunato come lei e che crede nella propria buona sorte - trova nel laboratorio di chimica uno strano oggetto a forma di noce. In seguito, tornando a casa, si rompono i freni della sua bici proprio innanzi ad un passaggio ferroviario, lasciandola andare a tutta velocità contro il treno in corsa …. Senza capire bene come, l’istante prima di morire, si è però catapultata indietro nel tempo ed ha evitato il mortale incidente. Da qui scoprirà di aver acquisito la capacità di viaggiare nel tempo e ne farà uso ed abuso cercando di gestire al meglio la sua vita ed evitare situazioni imbarazzanti o fastidiose. Frattanto la sua vita sentimentale continua a scorrere ottimamente: passa i pomeriggi a giocare con due bei ragazzi suoi amici, illudendosi che la situazione possa durare per sempre ovvero non essere intaccata dal sorgere di un Amore che travolga l’amicizia o essere violentemente sciolta dalla fine delle scuole superiori. Quando uno dei due ragazzi le dichiara il suo amore lei, per non rompere l’idillio, torna indietro nel tempo e ne tenta di impedire la dichiarazione. Ma non basta, il Destino è in questo cartone imperante anche con la possibilità di viaggiare nel tempo: qualunque cosa lei faccia quella perfetta situazione pare destinata a frantumarsi (e infatti è sempre sullo sfondo l’entrata all’università, praticamente inevitabile e che incombe come uno spettro sulla piccola felicità quotidiana). Come se non bastasse, ma è del tutto secondario, l’aver evitato alcuni eventi spiacevoli spesso non ha fatto altro che suscitarne altri egualmente spiacevoli se non anche peggiori.

Uno dei migliori anime degli ultimi anni, a mio avviso. Disegno magnifico, musiche assolutamente speciali, sceneggiatura davvero ben resa e personaggi caratterizzati perfettamente. Un anime che consiglio e straconsiglio a chiunque, un pezzo davvero da non perdere!

domenica 18 novembre 2012

Hakuouki...



Come piangere come una fontana por un anime - peraltro anche un tanterello stupido - e riuscire ancora a salvaguardare la propria
minimadignità! Ma quanto ho pianto quando è morto il giovane ed esuberante Heisuke Todo ? Non si può spiegare... e quando è muore il silenzioso ed affascinante Hajime Saito?
Anche se crudele e fondamentalmente "cattivo" ho pianto anche quando è morto il giovanissimo fratello gemello di Chizuru... Non è giusto che in questo anime muoiano tutti!

Però, a ben pensarci, credo che fosse anche giustamente inevitabile visto che il gruppo di Samurai rappresentano un "passato" che, con la guerra, il Nuovo Governo sta cercando di annientare a colpi di fucili e cannoni. Forse non sarà stato fatto del fanservice ma, andando oltre la tragedia personale della fan con gli occhi lacrimosi, posso dire che è un anime che ha "senso". Sono morti giuste, crudeli ma inevitabili...

Bellissimo anime, assolutamente consigliato.

giovedì 8 novembre 2012

Code Geass: Lelouch of the Rebellion

Chi ha il potere, inizi a tremare! Chi non ce l'ha, invochi il nostro aiuto! Il mondo… sarà giudicato… dall'Ordine dei Cavalieri Neri!
- Zero -
Il 10 agosto 2010 il Sacro Impero di Britannia dichiara guerra al Giappone, annettendolo all'Impero e rinominandolo come Area 11.
Sette anni dopo, a Tokyo, durante uno scontro tra indipendentisti giapponesi ed esercito britanno, il giovane Lelouch Lamperouge rimane coinvolto nello scontro e libera una misteriosa ragazza di nome C.C. che gli dona il Geass, il "potere dei Re", che lo rende capace di sottomettere la volontà altrui con il solo contatto visivo.
Il vero nome di Lelouch è in realtà Lelouch Vi Britannia, ed è il 17° principe in ordine di successione al trono di Britannia. Un brutto giorno, però, un gruppo di sicari, fatti scambiare per terroristi, ha ucciso la madre Marianne, l'Imperatrice, malvista per le sue origini borghesi. Come conseguenza la sorella di Lelouch, Nunnally, è diventata cieca ed ha perso l'uso delle gambe. Davanti all'insensibilità del padre, Charles Zi Britannia, il giovane Lelouch ha deciso di abdicare dal suo titolo di principe e l'Imperatore ha deciso di sfruttarlo come merce diplomatica mandandolo come ostaggio in Giappone. Lì, il giovane Lelouch ha vissuto, insieme alla sorella, momenti di felicità, con il suo primo vero amico, Suzaku Kururugi, figlio del Primo Ministro giapponese, del quale sono stati ospiti i giovani principi.
Costretto a fuggire e con davanti una vita nuovamente rovinata, il giovane Lelouch medita vendetta contro l'impero del padre: Britannia. Egli ha due desideri: vendicare la morte della madre e costruire un mondo dove la propria sorellina possa vivere felice.
Grazie al Geass Lelouch si muove alla distruzione di Britannia, sfruttando la disperazione dei giapponesi, privi di ogni libertà, e un nome fittizio: Zero, paladino della giustizia, colui che ricostruirà il mondo, appunto, da zero, il capo dell'Ordine dei Cavalieri Neri che protegge i più deboli. C.C. avverte Lelouch riguardo al suo potere e al suo obiettivo: «Vivrai in maniera differente dagli altri esseri umani [...] il potere dei Re ti renderà solo». Così, avranno inizio molte serie di eventi che lo porteranno a realizzare il suo obiettivo ma anche a sopportare gravi perdite e momenti tumultuosi, trovando alla fine una consapevole condanna eterna (il finale dell' anime è però ambiguo e aperto a varie interpretazioni).
La linea di demarcazione tra il bene e il male non è così netta durante gli episodi. Innanzitutto, il personaggio di Lelouch spesso si presenta controverso e cinico, attento stratega e freddo calcolatore, utilizza qualsiasi mezzo possibile per ottenere la vittoria. Negli stessi titoli degli episodi viene definito come "demone malvagio". D'altronde l'obiettivo di Lelouch è quello di impadronirsi del mondo per distruggerlo e ricrearlo. L'altro personaggio chiave è Suzaku Kururugi: amico d'infanzia di Lelouch e figlio dell'ultimo primo ministro del Giappone libero. Suzaku persegue obiettivi simili a quelli di Lelouch, ma spera di poter cambiare il mondo dall'interno di Britannia, infatti si arruola nell'esercito britanno. Egli combatte per difendere l'Impero dalla minaccia di Zero, ma il suo animo è attanagliato dal rimorso per un delitto commesso in passato.
Mi sono lettarlmente innamorata di questo anime (due stagioni). E' assolutamente magnifico (benchè gli manchi quel tocco yaoi che l'avrebbe reso assolutamente perfetto). Sotto certo aspetti mi ricorda l'entusiasmo che suscitò in me Kyou Kara Maou, benchè siano generi diversi, ovvio.
Si parla di 25 episodi (la prima stagione) di pura strategia. Scacchi, battaglie, sotterfugi e, sì, anche magia! Il tutto unito ad una Britannia che ha conquistato ormai quasi l'intero mondo, un figlio - erede al trono - carico d'odio che vuole distruggerla, la grafica straordinaria frutto delle CLAMP e dei protagonisti uno più bello e intrigante dell'altro.
Ovviamente il mio preferito è Leolouch, benchè sia ben lontano dall'essere il "buono" della storia. Ma è proprio il suo essere pragmatico, coerente con se stesso e le sue scelte, spietato ma sensibile, arrogante, logico, calcolatore... E' un personaggio perfettamente e magnificamente imperfetto! Decisamente "umano", per quanto possibile.
Un anime che consiglio di tutto cuore, da vedere. Assolutamente.

lunedì 8 ottobre 2012

Caro quindicenne me...

Caro quindicenne me... 
Severus Piton

Caro quindicenne me,
mettiamo subito un presupposto: io non avevo nessuna intenzione di scriverti nulla, ma, mio malgrado, Silente sa essere molto persuasivo quando vuole. Ha detto che mi avrebbe aiutato a "inghiottire un po' di amarezza", che "fa bene a tutti parlare con se stessi, a volte" e poi mi ha chiuso nella mia stanza...

Quindi, chiarito questo punto, io e te potremo parlare un po' e, siccome di qui non esco se non scrivo qualcosa, facciamo in fretta, perché, ripensandoci, un paio di cose da dirti ce le avrei...
Innanzi tutto: mi fai schifo! Esatti, neanche più pena, schifo! E, dato che mi sono ripromesso di restare ragionevole, adesso ti spiegherò anche il perché.

Quella che stai inseguendo, quello che stai cercando di raggiungere adesso, è tutta una grande fregatura! Fidati di me, se ti dico che non ti porterà a niente, se ti confido che non ti darà mai quello che vuoi.

Ti prego! Dai ascolto a lei! Dalle ascolto, perché ha maledettamente ragione! Tu hai idea di che cosa darei io per poter tornare indietro?! Per poter essere te?! Forse non te ne rendi conto che, quelli che stai passando, sono e saranno sempre gli anni più belli della tua vita! Gli unici che vivrai veramente... E tu stai mandando tutto all'aria!

Tu che puoi vederla, tu che puoi sentirla ridere, tu che puoi vedere il sole riflettersi nei suoi occhi, tu che non hai bisogno di sentirla lì... perché lei è lì!

Non sottovalutare tutto questo! Impara da subito a non dare niente per scontato! Credimi quando ti dico che un giorno tutto questo ti mancherà alla follia! Sentirai sempre questa crudele mancanza, che ti accompagnerà per il resto dei tuoi giorni...

Ma tu pensi ad altro! Pensi che il tuo sogno ti porterà a lei... Illuso! Quella che stai percorrendo è una strada senza uscita! Dovrai solo tornare indietro!
Io l'ho fatto troppo tardi...e così farai anche tu.

Perderai tutto. Ti sentirai morire. Affogherai nel senso di colpa. Sarà come se all'improvviso non potessi vedere più come prima. Sentire più come prima. Sarà come se tutto avesse un po' meno senso. Perderai la libertà di sentirti felice. La libertà di sorridere. Perderai la libertà di sentirti libero. Vorrai solo disperatamente, a qualsiasi costo, per tutte le ragioni, tornare indietro! Ma non potrai...

E allora ti toccherà continuare a vivere... e sarà sempre notte, te lo assicuro... E tutto questo si monterà nella tua testa, crescerà, ti soffocherà, diventerà il peso che ti trascinerà sempre più giù.

Ma tu non vorrai niente, solo rivederla per qualche attimo... ma non potrai... E allora aspetterai con ansia il momento in cui lei sarà di nuovo davanti a te...

Con tutta l'invidia possibile, ti chiedo di guardarla per me una volta, anche sottecchi, di nascosto, quando lei è sovrappensiero... come facevo io... E fermati a pensare per un momento a quello che hai, a quello che ti sta succedendo...

Smonta tutte le costruzioni che ti sei fatto in testa, tutto ciò che ti sei creato tu... Ti accorgerai che ti rimane una sola cosa...

La vedi? E' lì, in tutto il suo splendore! Riesci a vederla? Ecco. 

Avrai il coraggio di perderla.

Senza nessun affetto, ti saluto, ti invidio perché sei lì e potresti fare molte cose che non farai, e ti auguro buonanotte, perché è questo che hai davanti.

Severus Piton
by J.K.Rowling (c)

mercoledì 29 agosto 2012

Vivere fuori dal mondo

Nas vive fuori dal mondo da tanto, tantissimo tempo.

Non teme la vita, come si potrebbe supporre da come la rifugge continuamente. Semplicemente, annoiata, non trova la voglia di gettarsi nella marea di volti inespressivi che la circondano. Un'amara menzogna? A volte sì, altre no.

Nas non teme il mondo, la gente o la vita. Nas non li comprende, non li ha mai compresi e non trova interessante nuotarvi in mezzo. Non ci sono regole, idee, princìpi e ideali, nulla che possa rassicurare, abbattere o confermare. Non ci sono leggi, reali o morali, che vincolino le maschere degli altri a non barare, ingannare o truffare. No Rules, no Hope.

Paura? In passato, il terrore di non adattarsi, non comprendere e non sapersi conformare. Oggi, un presente fatto di indifferenza. Nas non vuole più imparare a pensare, vivere e parlare come gli altri, non si preoccupa più delle occhiate storte, dei silenzi carichi di accuse o della sdegnata noncuranza.

Nas oggi sceglie di vivere, sola e acuta osservatrice di una bacheca di cristallo che racchiude la globale follia. Lontana e sarcastica osservatrice di una massa di maschere fasulle che non attraggono più la sua attenzione e il suo desiderio come in passato. E lo vorrebbe, oh come lo vorrebbe!

Noia, insoddisfazione, tristezza e amarezza. Nas non cerca più di comprendere e studiare, l'arrendevole certezza di non far mai parte del loro modo è ormai superata, ormai c'è solo l'agognata indifferenza. La pace del cuore e la calma dell'anima. Nulla ormai attrae la sua attenzione e il suo desiderio di mettersi in gioco, non ci sono più stimoli ad attirare la sua attenzione al di fuori della sua tana.

Un animale solitario che si apre di rado, guardingo, con sforzo e derisione per se stessa e gli altri. Non c'è più nulla realmente in grado di accendere in lei la scintilla della vita, della voglia di emergere, combattere, lottare e mettersi in gioco. Lottare per cosa? Mettersi in gioco per chi? Emergere da cosa?

Nas vive fuori dal mondo da tanto, tantissimo tempo. Nas non prova più nulla da tanto, troppo tempo.
Nas sa che dovrebbe trovare la voglia di uscire e volare, nel mondo. Ci prova, si butta, fa un paio di voli, sfugge a numerosi predatori con planate dolenti e insolenti e poi, scontenta e insoddisfatta, torna nel suo nido, in attesa di una corrente d'aria in grado di riaccendere definitivamente la sua anima.

sabato 25 agosto 2012

Caro Monti. Sclero (lungo) di un'italiana qualunque


Caro Professor Monti,

le dispiace se non la chiamo Presidente? Ebbene, anche se le dispiacesse non potrei farci nulla, non me la sento di chiama “Presidente” qualcuno che non mi rappresenta, qualcuno che ha perso quel briciolo di stima che provavo nei suoi confronti.

Sa, Professore, sono stata una delle povere illuse che ha creduto nel cambiamento, una delle sciocche che ha sperato in un colpo di rinnovamento che avrebbe portato a quella fantomatica pagina bianca che stiamo aspettando da anni. Ho sperato che fosse qualcosa di diverso dal solito politicante che si riempie di belle parole la bocca e le tasche con il nostro futuro. Ci ho creduto e ho sostenuto che un professore con la sua esperienza e la sua conoscenza dell’economica – nonché della politica internazionale – avrebbe potuto darci quel poco di tempo di cui avevamo bisogno per prendere una boccata d’aria e non morire asfissiati dalle pressioni internazionali.

mercoledì 15 agosto 2012

Sono una strana persona...

Sono una strana persona perchè non vivo di preconcetti.
Sono una strana persona perchè odio l'oblio di una vita fatta di pura routine.
Sono una strana persona perchè preferisco bruciare che accettare di piegarmi.
Sono una strana persona perchè non vivo d'apparenza ma d'essenza.
Sono una strana persona perchè non mi amo, ma so quanto valgo.
Sono una strana persona perchè non mi accetto, ma mi difendo.
Sono una strana persona perchè amo ma non come tutti gli altri, a modo mio.
Sono una strana persona perchè non ti illudo ma ti aiuto.
Sono una strana persona perchè sogno.
Sono una strana persona perchè non vivo per te ma con te.
Sono una strana persona perchè credo che solo essendo felici si può rendere felici gli altri.
Sono una strana persona perchè non sono come voi.
Sono una strana persona perchè ti dico 'non amarmi', poi però ci spero.
Sono una strana persona perchè rifiuto il tuo affetto, poi però lo anelo.

Sono una strana persona perchè sono diversa, peggiore, mai migliore, ma perlomeno vera.

domenica 8 luglio 2012

[Original]Sei venuta da me - Debora M.

Sei venuta da me (Debora M.)


Mi sono svegliata nel tepore del tuo abbraccio,
fremo al tuo respiro lieve sulla mia nuca.
Mi sei venuta a cercare,
nel silenzio di questa notte fredda,
e dolcemente mi culli.
E non piangere, mi dici, in un sussurro.
Mi occuperò io di te, adesso, figlia.
Tremo.
Chiudo gli occhi e percepisco il tuo tocco vellutato e fresco.
Sei fresca, Morte, sei diversa, sei calda.
Ma sei morte e piango,
mentre le tue braccia mi stringono con la tenerezza di un amante.
Oh, Morte.
Mi sei venuta a cercare tu,
ma non piango, non piangerò.
Ma cosa vuoi da me, Morte?
Perché mi lusinghi prima della fine?
Perché asciughi le mie lacrime, consolando la mia anima?
Eppure, mi sei venuta a cercare tu,
ma il tua stretta è calda,
la tua voce è miele
e il tuo tocco mi sfiora, piano.
Mi consoli, Morte, e non comprendo.
Ti fisso e mi perdo nel tuo sguardo,
dolce e amara mi fissi.
Ora non tremo più.
Oh, Morte.
Mi sei venuta a cercare tu,
con la cura di una madre,
Non dubitare, mi dici, stringendomi.
Mi prenderò cura di te, figlia,
non temere, ora sei con me, riposa.
Non crederei ad una parola di te,
eppure lo faccio.
Riposo. Oh, mia Morte.

23/02/2010
Raccolta  -  "Un'anima perduta"

venerdì 8 giugno 2012

Le dodici tavole del recensore

Navigando qua e la per i blog dei miei amici ho ri-scovato questa chicca di acardia17 ... Dico "Ri-Scovato" perchè la conosco benissimo e l'adoro, fa morir dal ridere ed è molto versatile! Oggi che sono più un recensore (di libri) che una fanwriter mi ritrovo a sperare i miei articoli siano letti e commentati come se fossero delle fanfiction ^_^
Leggete e ditemi se non è un genio xD
Ovviamente rubicchiato dietro autorizzazione della geniessa xD

1. Una fanwriter troppo illustre per poter trovare degni di attenzione i commenti di un misero plebeo NON ESISTE.
2. Commento = carota.
Fanwriter = asino.
Nocturne Alley = bastone a cui appendere la carota.
3. Un lettore che non sia in grado di scrivere una recensione NON ESISTE.
4. La mente di una fanwriter è piuttosto elementare:
1000 commenti = YAY!
0 commenti = BUUU.
5. Dopo autorevoli studi è stato ahimè certificato che le fanwriter non hanno il potere di leggere nella mente del lettore. Ma stanno provando ad evolversi.
6. Il rapporto fanwriter-lurker è di ODIO- (amore). E "sed fieri sentio et excrucior" non è un modo vetusto per dire "tranquilla tesoro, il commento è facoltativo".
7. Nella mente della fanwriter "Scusami se non ho commentato lo scorso capitolo" equivale a "Nello scorso capitolo non c'era una cippa da commentare, ma stavolta ti lancio un biscottino".
8. Commenti: 1
Preferiti: 15876,2
... C'è qualcosa che non va.
9. "Bella" è un commento.
"La adoro" è un commento.
"É sgrammaticata" è un commento.
"Sposami" è un commento.
"Continua", NO.
10. Se una fanwriter ti dice "Tranquilla, non bado al numero delle recensioni", o MENTE, oppure ha preso lezioni di pace e amore da Gandhi.
Di solito MENTE.
11. Ricevere un commento lungo e appassionato per una fanwriter è come andare al supermercato e scoprire che nello scaffale dei dolci c'è lo sconto "prendi 100, paghi 1".
12. Per fare felice una fanwriter basta molto meno che per fare felice il tuo pesce rosso. Ed è più carina.

Ribadisco che la numero 10 è una delle più vere in assoluto xD

Saghe che seguo

Atlantis by Gena Showalter Across the Universe by Beth Revis Anita Blake by Laurell K. Hamilton Beautiful Creatures by Kami Garcia & Margaret Stohl Black Dagger Brotherhood by J.R. Ward Carpathians by Christine Feehan Chronicles of Nick by Sherrilyn Kenyon Chicagoland Vampires by Chloe Neill Charley Davidson by Darynda Jones Dark-Hunter by Sherrilyn Kenyon The Dark Divine by Bree Despain The Darkest Powers Trilogy by Kelley Armstrong Dark Series by Christine Feehan Demonica by Larissa Ione Delirium by Lauren Oliver Dustlands by Moira Young The Fallen Angels by J.R. Ward Fever by Karen Marie Moning Firelight by Sophie Jordon Fairytale Retellings by Jackson Pearce Gardella Vampire Chronicles by Colleen Gleason Gemma Doyle by Libba Bray Glass by Maria V. Snyder Guild Hunter by Nalini Singh Halo by Alexandra Adornetto Heroes of Olympus by Rick Riordan Harry Potter by J.K. Rowling The Hollows by Kim Harrison House of Night by P.C. Cast & Kristin Cast The Hunger Games by Suzanne Collins Immortals After Dark by Kresley Cole The Infernal Devices by Cassandra Clare Inheritance by Christopher Paolini Jenna Fox Chronicles by Mary E. Pearson The Kingkiller Chronicle by Patrick Rothfuss Kushiel's Legacy by Jacqueline Carey Lords of the Underworld by Gena Showalter Legacy by Cayla Kluver Leviathan by Scott Westerfeld The Lord of the Rings by J.R.R. Tolkien Lords of Deliverance by Larissa Ione Lorien Legacies by Pittacus Lore Lunar Chronicles by Marissa Meyer Matched by Ally Condie Medusa Girls by Tera Lynn Childs Mercedes Thompson by Patricia Briggs Midnight Breed by Lara Adrian Midnight by Emma Holly The Morganville Vampires by Rachel Caine The Mortal Instruments by Cassandra Clare Need by Carrie Jones Numbers by Rachel Ward Night Huntress by Jeaniene Frost Nightshade by Andrea Cremer Psy-Changeling by Nalini Singh Paranormalcy by Kiersten White Parasol Protectorate by Gail Carriger Percy Jackson and the Olympians by Rick Riordan The Seven Kingdoms by Kristin Cashore Starcrossed by Josephine Angelini Strange Angels by Lili St. Crow Study by Maria V. Snyder Shatter Me by Tahereh Mafi Shifters by Rachel Vincent The Steampunk Chronicles by Kady Cross Strange Angels by Lili St. Crow Twilight by Stephenie Meyer Trylle Trilogy by Amanda Hocking Under the Never Sky by Veronica Rossi Wings by Aprilynne Pike The Wolves of Mercy Falls by Maggie Stiefvater Vampire Academy by Richelle Mead Vampire Empire by Clay Griffith and Susan Griffith Wings by Aprilynne Pike Women of the Otherworld by Kelley Armstrong


Ultimi romanzi letti

Il legame del drago
La fiamma della passione
Il Conquistatore Normanno
La Gorgone e il cavaliere
L'uomo dei miei sogni
Incantesimo tra le righe
Alice Academy,  Vol. 02
Loveless, Vol. 7
Chrome Breaker, Vol. 03
Il sogno dell'Incubo
Io non sono Mara Dyer
Skin Trade
Il principe vampiro. Legame di sangue
La signora della tentazione
Il libro di Ruth
L'angelo caduto
Skinwalker
Loveless
Chrome Breaker, Vol. 02
Taken


Debora's favorite books »

Etichette

grandi verità (16) citazioni (12) dolore (10) riflessioni (9) confused (8) confusione (8) miei lavori (7) amore (6) anime (6) consapevolezza (6) quote (6) se non son scemi (5) commenti&recensioni (4) frustrazioni (4) poesia (4) sentimenti (4) Glee (3) bocca dell'inferno (3) book (3) coraggio (3) datemi una pistola (3) decadenza (3) desolazione (3) innamorata (3) introspezione (3) io son io (3) libri (3) love (3) ma scherziamo? (3) morte (3) Glee!FAN (2) ansia (2) assurdità (2) atroce (2) attualità (2) braccata (2) che ne sarà di me (2) citazione (2) comicità (2) critiche (2) desiderio (2) discorsi notturni (2) emozioni (2) fanfiction (2) lacrime (2) legami (2) magicamente me (2) pensieri (2) pietà! (2) racconto (2) slash (2) sofferenza (2) testi canzoni (2) vita (2) 883 (1) Alice in Wonderland (1) Artie Abrams (1) Blaine Anderson (1) Chris Colfer (1) Code Geass (1) Cory Monteith (1) Elfen Lied (1) Eroi (1) Finn Hudson (1) Free! (1) Fumetti (1) Gay!LOVE (1) HP!Fan (1) Hakuouki (1) Harry Potter (1) Haruka Nanase (1) Henry Scott Holland (1) Io non sono Mara Dyer (1) Kiki (1) Klaine (1) Kurt Hummel (1) Kurt/Blaine (1) La Terra delle Storie (1) La ragazza che saltava nel tempo (1) Lelouch of the Rebellion (1) Makoto Tachibana (1) Markus Zusak (1) Max Pezzali (1) Michelle Hodkin (1) Miyazaki (1) Morte Cory Monteith (1) Naruto Uzumaki (1) Nasreen's quote (1) OMG! (1) Professor Monti (1) Rin Matsuoka (1) Sesto Senso (1) Storia di una Ladra di Libri (1) TLoS (1) The evolution of Mara Dyer (1) Tributo Cory Monteith (1) Università (1) acculturare (1) acculturato (1) aiuto (1) altre realtà (1) amici (1) amicizia (1) anima (1) anime horror (1) anime sport (1) appartenere (1) arrendersi (1) atrocità (1) baby!Naruto (1) baby!Sasuke (1) bambini (1) bei ragazzi (1) bellezza (1) bellezza è dentro (1) books (1) canzoni (1) che casino (1) children (1) colto (1) come faccio? (1) commenti (1) cookie (1) cookie law (1) depressione (1) desiderare (1) disperazione (1) dubbi (1) due pesi e due misure (1) e io l'amo (1) e ora? (1) epistolare (1) eros ramazzotti (1) errori comuni (1) esasperata (1) esperimenti (1) esperimenti di scrittura (1) estratti (1) eternità (1) fandom: naruto (1) fanfictions (1) fantasy (1) fanwriter (1) fanwriters (1) fare la corte (1) felicità (1) ferita (1) ferite (1) figaccioni (1) film d'animazione (1) forze dell'ordine (1) fregata (1) friend (1) friends (1) furia (1) futuro (1) gay (1) generosità (1) gentilezza? (1) ho detto di no! (1) i love you (1) incasinata (1) innamorarsi (1) innamoratevi (1) insegnamenti (1) insistenza (1) insonnia (1) interpretazione (1) io scrivo (1) l'amore (1) lacrime di coccodrillo (1) law (1) lettere (1) lezioni di vita (1) libro (1) lingua italiana (1) lontananza (1) lyric (1) manie compulsive (1) maturità (1) merde (1) mon dieu (1) money (1) muri (1) music (1) musica (1) napoli (1) no (1) no! (1) non s'ha da fare! (1) non siamo mai contenti (1) notte (1) notte insonne (1) nuoto (1) nuova unione (1) nuove esperienze (1) oddio (1) odio (1) omofobia (1) one-shot (1) opening (1) parenti cretini (1) parenti serpenti (1) parole in libertà (1) passato (1) paure (1) perdere (1) perdere l'amore (1) piaghe dell'umanità (1) pianto (1) politica&società (1) preghiera (1) presente (1) prima persona (1) problemi (1) protesta (1) proteste (1) quotes (1) rabbia (1) racconto originale (1) rassegnazione (1) responsabilità (1) risate (1) sangue (1) sarcasmo (1) satira (1) scomparsa (1) scritti originali (1) sentimento (1) shopping (1) sinonimi (1) sognando leggendo (1) soldi spesi (1) solitudine (1) song (1) songs (1) soundtrack (1) sparire (1) speranza (1) speranze (1) sputtanare soldi (1) stanca (1) stanchezza (1) storie d'amore (1) stufa (1) testi (1) toccami (1) touch (1) touch me (1) tradimenti (1) tradimento (1) traduzioni (1) triste realtà (1) triste verità (1) tutto (1) unione (1) valore umano (1) vera bellezza (1) veri sentimenti (1) vero amore (1) vittime (1) vivere (1) voglio (1) volere (1) yaoi (1) young adult (1)